sabato 27 novembre 2021

Il caos: Esiodo, Nietzsche, Parisi, dalla pioggia al cavolo


teoria del caos

 

Il caos da Esiodo a Giorgio Parisi è esperibile nei modi di dire, in situazioni ed esperienze di vita su cui non riflettiamo e nell'arte, nella letteratura ed in Filosofia.

Chi non ha mai detto "cos'è questo caos" entrando nella stanza dei giochi dei bambini?


Prima o poi è capitato a tutti di lamentarsi del disordine e non solo in una stanza.

Il caos vive tra noi: dai giochi dei bambini, alla pioggia ed ai titoli in borsa e, naturalmente la Fisica e la Filosofia ci aiutano a individuarlo.

Indice dei Contenuti

  • Il caos da Esiodo a Giorgio Parisi, dalla pioggia alla borsa valori
  • Il cavolo romano ed i frattali di Mandelbrot
  • La farfalla di Lorenz
  • Lo spazio-tempo del caos
  • Le "Verità nascoste" della realtà
  • La verità, l'interpretazione di una teoria e la Bellezza
  • Il caos: da Esiodo, al Bing Bang ed a René Thom
  • Il caos nella filosofia e nella letteratura
  • Nietzsche: il dionisiaco e l'apollineo. Il chaosmos di Joyce
  • Il gatto nella gabbia di Schrödinger ed una tazza di tè
  • Conclusioni su: il caos da Esiodo a Giorgio Parisi
  • Il caos da Esiodo a Giorgio Parisi, dalla pioggia alla borsa valori

La pioggia o la Borsa Valori hanno a che vedere col caos. Chi può prevedere dove cade una goccia di pioggia? E in borsa chi può dire, con certezza, come si comporterà un titolo?

Il volo degli storni lo guardiamo a volte distrattamente ed a volte con curiosità eppure Giorgio Parisi ha vinto il Nobel in Fisica con i suoi studi sul volo che, indovinate un po', ubbidisce al caos.

  • Il cavolo romano ed i frattali di Mandelbrot

Quando si fa la spesa e si acquista un cavolo romano facciamo esperienza del concetto di caos senza averne coscienza.

Sì è proprio una situazione caotica: saltare da una stanza dei giochi ad un premio Nobel, alla pioggia, alla borsa ed al cavolo romano.

Cosa cavolo c'entra tutto questo col caos e col cavolo romano? Presto detto. Avete mai notato come si presenta il cavolo romano?

Raffigurate mentalmente l'immagine del cavolo, non uno qualsiasi, ma del cavolo romano e guardate il video sulla teoria dei frattali di Mandelbrot tramite il "Fractal Zoom" e vedrete che il cavolo e i frattali sono identici perché il cavolo è un frattale.

 

  • La farfalla di Lorenz

La matematica è la lingua della natura diceva Galileo ed anche del cavolo.

Se poi i cavoli risultano indigesti potete sempre posare lo sguardo su una bellissima farfalla, ma fate attenzione al suo battito d'ali, apparentemente innocuo, perché scatena un uragano a chilometri di distanza: la farfalla fa parte del caos e a pieno titolo.

 

Curiosi? Volete proprio sapere cosa hanno in comune il disordine della stanza dei bambini, il cavolo romano, una farfalla turbolenta e il Nobel in fisica di Giorgio Parisi?

 

  • Lo spazio-tempo del caos

Dipaniamo la matassa ingarbugliata del caos.

Il caos è uno “spazio-tempo” ove accadono eventi che non riusciamo, in un primo momento, a interpretare ed a definire perché sono imprevedibilihttps://frame-frames.blogspot.com/2021/11/quando-la-scienza-e-arte-tra-cavoli.html

Eppure si può fare chiarezza intorno a fenomeni caotici e fornire una spiegazione che stabilisca cosa hanno in comune oggetti, eventi, situazioni così distanti e differenti tra loro.

  • Le "Verità nascoste" della realtà

La realtà non è come appare pertanto è necessario andare alla ricerca di ciò che non appare come nel noto film, con Harrison Ford e Michelle Pfeiffer, le "Verità nascoste".

Ma cos'è “la verità”? E la domanda delle domande è definire cosa si intende per “la verità di una teoria”.

  • La verità, l'interpretazione di una teoria e la Bellezza

Se includiamo nella definizione di una teoria anche la sua interpretazione e quindi due diverse teorie che descrivono gli stessi fenomeni, è evidente che “la proposizione l’elettrone ha una traiettoria ben definita” dipende dall' interpretazione scelta. 

E' la Fisica, bellezza. https://www.ilsole24ore.com/art/la-fisica-verita-e-bellezza-ABavOkSB?refresh_ce=1

La verità di una teoria è una sola domanda ma le risposte sono tante https://giacintoplescia.blogspot.com/2021/10/giacinto-plesciaverita-e-teoria-tra.html

  • Il caos: da Esiodo, al Bing Bang ed a René Thom

Il caos è presente non solo nella matematica e nella fisica ma è costitutivo dell'universo: "in origine fu il caos" scrive Esiodo.

Ed il Big Bang da cui è nato l'universo non è stata una passeggiata infatti è una "singolarità" secondo la teoria delle catastrofi del matematico René Thom http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2002/10/31/Cultura/MATEMATICI-LA-SCHEDA-LA-TEORIA-DELLE-CATASTROFI-DI-THOM_105200.php

  • Il caos nella filosofia e nella letteratura

Le teorie della complessità non sono appannaggio esclusivo della fisica e della matematica, appartengono anche alle interrogazioni della filosofia e della letteratura.

Il potere della tecnologia oscura letteratura e filosofia solo ad uno sguardo superficiale: la tecnica, nei suoi interstizi, apre ad una domanda di senso sulla condizione umana. Di più: la sollecita.

  • Nietzsche: il dionisiaco e l'apollineo. Il chaosmos di Joyce

Nel pensiero di Nietzsche https://it.wikipedia.org/wiki/Friedrich_Nietzsche il dionisiaco e l'apollineo non sono compresenti in uno spazio-tempo condiviso che contenga la natura di entrambi. L' asimmetria dionisiaca non abita uno spazio temporale ben delineato e circoscritto ma s'inscrive in una spazialità che va oltre il limen.

Joyce https://it.wikipedia.org/wiki/James_Joyce parla di "chaosmos" in cui l'ordine ed il disordine trovano un punto d'incontro e di fusione: nel chaosmos, l'apollineo cede il passo e si consegna all' asimmetria dionisiaca. 

Mentre nella monade di Leibniz vive il caos ma anche il cosmo: la simmetria e l'asimmetria.

Il caos da Esiodo a Giorgio Parisi a Nietzsche e Joyce è uno strumento principe di interpretazione della realtà.

  • Il gatto nella gabbia di Schrödinger ed una tazza di tè

I gattofili sicuramente si preoccuperanno per le sorti del gatto nella gabbia quantistica di Schrödinger: sarà vivo o no? Vogliamo rassicurarli: il gatto ha pur sempre nove vite.

 

Un invito a gustare una tazza di tè non si rifiuta mai, soprattutto se ci aspetta una sorpresa infatti la tazzina di tè diventa una ciambella: nel mondo del caos.

 

Giacinto Plescia affronta il tema della complessità nell'ottica sia della Fisica che della Filosofia e si pronuncia per un'ontologia del chaos. https://www.ansa.it/pressrelease/lifestyle/2021/11/13/lo-human-tech-space-di-internet-come-singolarita-topologica_156c748d-76f4-4f39-b6e3-64a59e83213d.html

  • Conclusioni su: il caos da Esiodo a Giorgio Parisi

Circondati da bambini, cavoli e gatti, mentre guardiamo il volo di storni e farfalle, gustando una tazza di tè al riparo dai goccioloni di una pioggia battente pensando alla borsa valori, esploriamo il mondo che esprime un ordine nel disordine perché il caos è un dis-ordine che rientra non solo nell'ambito scientifico-filosofico ma appartiene all'arte ed è bellezza. https://www.ilsole24ore.com/art/la-bellezza-come-chiave-la-fisica-AB076eqB

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento