mercoledì 19 maggio 2021

FRANCO BATTIATO:poesia, pensiero,sogni e realtà


FRANCO BATTIATO FLEURS 3


  • Il pensiero di Franco Battiato in musica
chi sono, da dove vengo, dove vado

  • Alcune sue parole: presenza, essenza, desideri, il bene, il male
Chan-son Egocentrique Mondi Lontanissimi (1985)
  • Battiato tra il sogno e il reale:
 "Ci si risveglia ancora in questo corpo attuale dopo aver viaggiato dentro il sonno.
L’inconscio ci comunica coi sogni frammenti di verità sepolte:quando fui donna o prete di campagna un mercenario o un padre di famiglia. 
Per questo in sogno ci si vede un pò diversi e luoghi sconosciuti sono familiari.
Restano i nomi e cambiano le facce e l’incontrario: tutto può accadere"
Caffè De La Paix (1993)
  • Battiato come Lucrezio:
"Un nucleo si divide e due sono le vite...processo forse cieco o forse illuminato da memoria senza passato, un nucleo si divide l’errore lo interrompe e dentro il meccanismo un velo che si chiama caso".
Cariocinesi Fetus (1971) 

  • Battiato oltre la Fisica, dall'infinitamente piccolo al macro e non è Fisica, è il suo canto donato a tutti:
"Clamori nel mondo moribondo. Ciuffi d’isotopi in mano, passeggio tra le particelle dei miei atomi nuclei pulsari, neutroni e quasari il mondo è piccolo, il mondo è grande"
Clamori (L’Arca Di Noè,1982)
  • Battiato e il sociale: 
"Sangue nero di Harlem manometri affollati a Wallstreet nel fango delle cifre tutto se ne va" ... "lacrime di petrodollari sufi soffocati, Mullah immobili nel silenzio delle sparatorie".
  • Battiato oltre l'astrofisica, il suo cielo:
"Varcherò i confini della terra verso immensità… sopra le astronavi verso le stazioni interstellari viaggerò…
Anafase Fetus (1971)
  • Battiato e la sua gente, i suoi paesi: 
Balinesi, dervisci, zingari sciamani, danzatori bulgari, sciamani, tribù di nomadi
  • Battiato ed il suo canto:



Cuccurucucu Paloma

ahia – iaia – iai cantava

Cuccurucucu Paloma

ahia – iaia – iai cantava.

Le serenate all’istituto magistrale nell’ora di ginnastica o di religione per carnevale suonavo sopra i carri in maschera

avevo già la Luna e Urano nel Leone il mare nel cassetto le mille bolle blu

da quando sei andata via non esisto più

il mondo è grigio il mondo è blu.

Cuccurucucu Paloma

L’ira funesta dei profughi afghani che dal confine si spostarono nell’Iran cantami o diva dei pellerossa americani

le gesta erotiche di squaw pelle di luna le penne stilografiche con l’inchiostro blu la barba col rasoio elettrico non la faccio più il mondo è grigio il mondo è blu.

Cuccurucucu Paloma

Lady madonna

I can try

with a little help from my friends

oh oh goodbye Ruby tuesday

come on baby let’s twist again

once upon a time

you dressed so fine, Mary

like just a woman

like a rolling stone.

Cuccurucucu Paloma

Lady Madonna


Nessun commento:

Posta un commento